Quello tra Fedez e il centrodestra, in particolare la Lega, è un tira e molla che prosegue da tempo ma nella giornata di ieri la vicenda ha raggiunto picchi inaspettati.

Cosa ha fatto andare in tilt Salvini sui social? Le voci di un possibile discorso di Fedez a favore del DDL Zan (se non sapete di cosa sto parlando trovate un breve cenno qui).
Si inizia con questo tweet di Salvini nel pomeriggio del primo maggio, in pieno concertone:

Ovviamente tra le risposte più gettonate c’è anche il mio tweet che ricorda a Salvini che la musica non ha partiti politici e durante il concerto ho ascoltato discorsi su uguaglianza, lavoro, diritti e scuola, ovvero argomenti dimenticati dalla politica.

Al tweet di Salvini, Fedez risponde così:

Entrambi questi tweet sono pubblicati di pomeriggio e Fedez si esibirà in prima serata che da sempre è un orario temuto dai politici per via di una percentuale maggiore di telespettatori.

Sempre nel pomeriggio una nota della Rai viene ripresa dal quotidiano La Stampa:
“Rai3 e la Rai sono da sempre aperte al dibattito e al confronto di opinioni, nel rispetto di ogni posizione politica e culturale.È fortemente scorretto e privo di fondamento sostenere che la Rai abbia chiesto preventivamente i testi degli artisti intervenuti al tradizionale Concertone del Primo Maggio, per il semplice motivo che è falso, si tratta di una cosa che non è mai avvenuta”.
Prosegue: “Né la Rai né la direzione di Rai3 hanno mai operato forme di censura preventiva nei confronti di alcun artista del concerto: la Rai mette in onda un prodotto editoriale realizzato da una società di produzione in collaborazione con Cgil, Cisl e Uil, la quale si è occupata della realizzazione e dell’organizzazione del concerto, nonché dei rapporti con gli artisti. Il che include la raccolta dei testi, come da prassi”. Si legge poi: “La Festa del lavoro, come hanno ricordato nei loro interventi i segretari di Cgil, Cisl e Uil, è appunto una festa, vale a dire la celebrazione delle conquiste dei lavoratori e dei loro diritti, sanciti dalla Costituzione e dallo Statuto, di cui i sindacati si fanno custodi e paladini. Ed è proprio a quelle conquiste e a quei diritti, oggi minacciati da una pandemia mondiale che erode l’occupazione, che è dedicato questo Primo Maggio”.

Si giunge al momento dell’esibizione di Fedez che,per aiutarci a riascoltare le sue parole, ha pubblicato su Instagram il discorso integrale:

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da FEDEZ (@fedez)

 

La Rai smentirà l’intenzione di censurare e addolcire il discorso di Fedez; il rapper in serata pubblicherà il video di una chiamata intercorsa con l’azienda.

Ora, io non sono il tipo che esalta o distrugge le persone (ritengo che non necessitiamo di eroi ed antieroi ma solo di libertà e verità).
Il gesto di Fedez di ieri sera va premiato per il coraggio dimostrato e per aver rifiutato di adeguarsi alle stupide regole di un’azienda come la Rai controllata da una pessima classe politica.
I tentacoli dei politicanti di turno che tentano di manovrare l’opinione pubblica andrebbero messi da parte a favore della corretta informazione.

Tanto di cappello a Fedez per il sostegno ad una legge che riguarda tutti gli italiani e per aver dimostrato a molti che tacere e abbassare la testa non serva a nessuno, specialmente se l’argomento sono i diritti.

About Author

thelogboy

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code