Inizia a circolare da ieri la voce che vedrebbe le app del gruppo Facebook diventare a pagamento.
In questo caso specifico si parla di Facebook ed Instagram.

Ma perchè questa scelta?
Anzitutto ci tengo a dire che trovo improbabile che questo possa accadere, ma la scelta, nel caso in cui risultasse veritiera, è la conseguenza delle restrizioni sulla privacy da parte di Apple.
Con la versione 14.5 di iOs ed iPadOs Apple permette ai suoi utenti di bloccare il tracciamento delle attività da parte delle applicazioni.

A cosa serve il tracciamento?
Serve alle aziende proprietarie delle app in questione di conoscere le nostre ricerche e i nostri gusti per profilarci e proporci della pubblicità ad hoc.

Quella di Apple è una implementazione che è già presente su alcuni browser internet che impediscono alle aziende in questione di rubare dati su di noi senza il nostro consenso.

I pop-up apparsi agli utenti

Quelli nell’immagine sono gli avvisi apparsi agli utenti iOs in occasione del nuovo aggiornamento.

Ora, non vi chiedete anche voi come mai queste app siano così disperate per l’implementazione di questa restrizione?
Semplice, il loro guadagno reale è sui nostri dati che rivendono agli inserzionisti.
Mettiamo in mostra le nostre vite e loro guadagnano soldi a palate grazie ai nostri dati.
Ecco perchè è iniziata a circolare la voce di Instagram e Facebook a pagamento, perchè in assenza di tracciabilità gli introiti crollerebbero e le aziende che acquisivano dati non investirebbero più.

Un consiglio? Facciamo molta attenzione alle applicazioni e ai servizi gratuiti, perchè li paghiamo inconsapevolmente con la nostra privacy.

About Author

thelogboy

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code