Un argomento divisivo che annuncia ulteriori scontri in aula.
Il disegno di legge portato in commissione giustizia dal deputato Alessandro Zan nasce già azzoppato da una maggioranza liquida come quella che sostiene il premier Draghi.
E’ stato approvato ieri in commissione grazie ai voti di Partito Democratico, Movimento 5 stelle, Liberi e Uguali e Italia Viva (13 voti totali contro gli 11 del centrodestra).


Il disegno di legge prevede maggiori tutele per omosessuali, donne e persone affette da disabilità.

Mentre Fratelli d’Italia si è detta dal primo minuto contraria all’introduzione di norme che a loro avviso servono unicamente a limitare la libertà (di offendere o picchiare ndr) degli eterosessuali, la Lega dal canto suo risulta incoerente.

Fu lo stesso Salvini a fare pressing su Draghi (nel periodo di formazione del nuovo governo) affinchè si provvedesse a creare un ministero ad hoc per la disabilità.
Ora il partito di cui è leader fa di tutto per azzoppare una legge che serve anche a tutelare i diritti dei disabili.

Arriviamo a Forza Italia che tramite il suo portavoce nazionale, Tajani, conferma la volontà di votare contro perchè “Non c’è bisogno di una legge come questa perché già sono garantite tutte le persone” (parole testuali).
Inoltre, secondo Forza Italia, questo non è il momento adatto per il Parlamento vista la grave emergenza sanitaria in cui versiamo.

Per i diritti di tutti gli italiani bisogna sperare in una nuova fase per il Paese o in un miracolo parlamentare che conceda la giusta tutela a chi finora è stato dimenticato dalla politica e dalla giustizia.

About Author

thelogboy

1 Comment

    […] Le voci di un possibile discorso di Fedez a favore del DDL Zan (se non sapete di cosa sto parlando trovate un breve cenno qui).Si inizia con questo tweet di Salvini nel pomeriggio del primo maggio, in pieno […]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code