Gli ultimi dati sui test invalsi del 2021 ci mostrano il divario tra l’assenza dalle aule e l’apprendimento.

Una forbice che si è allargata in questi due anni gravando sull’istruzione degli studenti.

Ma questi due anni sono serviti anche a far capire a molti genitori quanto sia importante il ruolo degli insegnanti sia come educatori che come figure portanti della vita dell’alunno.

Il genitore non potrà mai sostituirsi all’insegnante e ce lo mostra ad esempio il crollo nei test invalsi di matematica o italiano: per la matematica il 49% non ha raggiunto il livello minimo, mentre per l’italiano si tratta del 44%.

Ma rapportiamolo all’anno precedente alla pandemia ovvero i test invalsi svolti nel 2019.
In quel caso per la matematica non aveva raggiunto un livello minimo di apprendimento il 42% e per l’italiano il 35%.

Inoltre, nelle zone con un divario socio economico e culturale più marcato, la capacità di supplire all’assenza dell’insegnante è stata praticamente nulla, aggravando in maggior modo la situazione.

Il dato più serio assieme a quello sul calo della qualità dell’istruzione è rappresentato dalle problematiche psicologiche legate alla Dad: 3 studenti su 4 hanno riportato problemi di concentrazione e assenza di motivazione.

Ultimo punto, non meno importante, poco più della metà degli studenti lamentava una connessione inadeguata per seguire le lezioni a distanza.

Insomma, quando si parla con leggerezza della Dad vanno analizzati con attenzione questi dati che segnano una svolta negativa in una situazione già segnata per il mondo dell’istruzione italiano.

Giudicando con eccessiva leggerezza gli insegnanti c’è da valutare la loro responsabilità quotidiana nei confronti degli alunni e l’incapacità di altre figure adulte di sostituirli degnamente.

Mi soffermo su un ultimo fattore, quello psicologico.

Il governo Draghi ha voluto a tutti i costi impedire la Dad, ma gran parte degli studenti italiani presenta un disagio psicologico evidente dopo due anni di pandemia dunque va assolutamente finanziato, con soldi pubblici, un servizio di supporto psicologico adeguato.

Gli studenti sono il futuro e la scuola va supportata a 360 gradi perchè è la base della nostra società.

About Author

thelogboy

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code